La Logica dell’Investimento

By Antonello Marceddu

La Logica dell’Investimento

un’opzione di sucess

L’investimento razionale si basa su regole e metodi. Presuppone una effettiva possibilità di misurare, interpretare e valutare, la realtà dei mercati il più possibile oggettivamente.

Normalmente vengono utilizzati tre dimensioni fondamentali: tempo, rischio, rendimento.

La logica dell’investimento

Il tempo come termine di valutazione e della tenuta “sotto controllo” del rischio.
Il rischio, per sua natura, non è qualificato e quantificato per cui la scelta viene effettuata in base a termini come ad esempio basso, medio alto, alto, dinamico, prudente, etc. Ma cosa significa rischio? Perdita del capitale o possibilità di subire oscillazione del capitale? Cosa significa “medio” rischio? Quanto è minore rispetto a “medio alto” o maggiore a “basso”?
Queste domande inducono a scegliere posizioni più cautelative e più “sicure”, c’è anche da domandarsi se rischio non significhi anche perdite di opportunità! Il rendimento atteso, essendo soggettivo, è quasi una speranza. E’ comune sentir dire che alto rischio corrisponde a maggiori rendimenti, ma maggiori rispetto a cosa? Questo porta a visualizzare le performance del passato che d’altronde sarebbe l’unica strada e quindi ad investire nei prodotti “di moda” ovvero quelli che hanno prodotto migliori performance, con l’inevitabile rischio di vedere crollare la stessa nel momento dell’investimento.
L’alternativa fondamenta è comprare “prodotti” o comprare “mercati”? L’assunto è che i migliori prodotti sono quelli che ex posto hanno manifestato i migliori rendimenti, anche se manifestatamente inficiata dal classico avvertimento, peraltro per legge, “non vi è garanzia di ottenere in futuro i medesimi risultati”. Conseguentemente è ragionevole pensare che investire nel “mercato” è razionale ed è competitivo rispetto alla modalità tradizionale.